Replica con Buffalo TeraStation

I dispositivi Buffalo TeraStation™ 3000, 4000, 5000 e 7000 consentono di eseguire il backup in tempo reale tramite la replica.

La replica esegue pressoché in tempo reale il mirroring dei dati contenuti in una cartella archiviata nel dispositivo TeraStation™ di origine su una condivisione disponibile in un altro dispositivo TeraStation™. Dopo il mirroring dei dati iniziali, vengono trasmesse in rete solo le modifiche a livello di byte. La replica è simile a una sincronizzazione, ma non a un backup. Dopo la scrittura di un file nel dispositivo di origine, il file verrà replicato automaticamente nel dispositivo di destinazione.

Ogni operazione di replica funziona in un’unica direzione, ovvero dall’origine alla destinazione. Di conseguenza, le modifiche o le eliminazioni apportate ai dati nel dispositivo di destinazione non vengono riflesse in quello di origine. Le modifiche, le aggiunte e le eliminazioni eseguite nel dispositivo di origine, invece, vengono riportate tutte nel dispositivo di destinazione.

In caso di guasto a carico dell’unità principale, sarà possibile continuare a lavorare con la seconda unità semplicemente modificando alcune impostazioni.

Un ufficio necessita di un’alta disponibilità per alcuni dati archiviati in rete e, pertanto, deve inevitabilmente pianificare un “worst case scenario” (scenario peggiore). I dati che richiedono un’alta disponibilità possono essere tutti replicati in un secondo dispositivo TeraStation™ connesso alla stessa rete. In caso di guasto a carico dell’unità principale, sarà possibile continuare a lavorare con la seconda unità semplicemente modificando alcune impostazioni. Utilizzando l’utilità di Buffalo per il salvataggio e il ripristino delle impostazioni, tra l’altro, le impostazioni memorizzate nella prima unità potranno essere caricate direttamente sulla seconda.

Per proteggersi dalle conseguenze di un danno fisico quale un’inondazione o un incendio, in genere si tengono tutti i file in una seconda posizione. In una rete aziendale l’unità TeraStation di destinazione viene collocata un un’altra zona incendio o in un altro edificio della struttura. In caso siano presenti più reti, un semplice inoltro alle porte in un router/firewall consentirà a due unità TeraStation™ di replicare tutti i dati aziendali di rilievo da una posizione a un’altra.

I principi di funzionamento rimangono invariati anche se si utilizza una connessione VPN. Di fatto, tutte le operazioni di indirizzamento sono gestite dal router/firewall aziendale e, almeno in situazioni ideali, vengono eseguite come all’interno di una LAN. Cionondimeno, in caso di difficoltà, è possibile aggiungere una destinazione manualmente.

La replica consiste in una sincronizzazione online 24/7 tra due cartelle disponibili in due dispositivi TeraStation™, uno di origine, l’altro di destinazione.



 

Failover con Buffalo TeraStation


I dispositivi TeraStation™ di Buffalo supportano la tolleranza d’errore con failover nella rete.

Il failover è diverso dalla replica. In uno scenario di failover sono presenti almeno due unità TeraStation all’interno di un’unica rete, ma solo una unità può essere vista come dispositivo. La seconda unità è nascosta, benché in comunicazione diretta con la prima. I dati archiviati in quest’ultima vengono sottoposti a un processo di mirroring nella seconda. Ad essere sorprendente è il comportamento della seconda unità nell’eventualità che la prima si guasti. Non appena la prima unità scompare dalla rete - ad esempio per un’interruzione dell’alimentazione o un errore a carico della rete o altro - la seconda unità, prima nascosta, diventa visibile e sostituisce la prima. Il meccanismo di failover consente alla seconda unità di agire in modo identico alla prima, non più disponibile. La seconda unità, in pratica, assume interamente la “personalità” della prima, compresi indirizzi Mac, nome host, indirizzi IP.

Grazie al failover, in caso di indisponibilità, sarà necessario un intervallo di tempo brevissimo affinché, dalla prospettiva dell’utente, ogni cosa torni a funzionare normalmente. Senza che l’utente debba intervenire o se ne accorga, le unità TeraStation si saranno scambiate le rispettive posizioni per evitare qualsiasi interruzione nel flusso di lavoro o nelle attività.

Il failover è basato sul meccanismo di controllo “spanning tree”, un algoritmo utilizzato per realizzare reti complesse.

 

 


Linea Prodotti